Proteggere i soggetti fragili, la nostra priorità

-

Per comprendere come la Regione Toscana stia affrontando la violenza della pandemia da Covid-19 abbiamo intervistato gli assessori Simone Bezzini (Sanità) e Serena Spinelli (Politiche sociali) che ci hanno descritto come un’azione congiunta e ben organizzata sia stata la chiave per proteggere il sistema e la salute dei cittadini

RSA, cliniche e case di riposo hanno subito un duro contraccolpo a causa della pandemia. Quale la situazione che avete vissuto in Toscana? Fin dall’insediamento della giunta regionale, poco più di un anno fa, il tema di come arginare gli effetti nefasti della pandemia nelle Rsa e nelle altre strutture sociosanitarie della nostra regione è stata una priorità. Gli ospiti positivi nelle oltre 300 Rsa erano oltre 2000 a dicembre 2020, con un tasso di mortalità che sebbene inferiore ad altre regioni era insostenibile. Adesso siamo in una fase in cui la diffusione del virus ha ripreso a correre nella società, per questo il livello di protezione delle strutture residenziali è stato subito rafforzato e la situazione dei contagi è monitorata costantemente ai fini di individuare tempestivamente i positivi tra ospiti e operatori. Quali sono state le contromisure messe in atto dalla Regione? Per quanto riguarda le RSA la strategia ha visto tutti i soggetti coinvolti in un impegno straordinario, compreso quello dei soggetti gestori e di chi ci lavora: le disposizioni regionali per la separazione dei positivi, lo screening costante di operatori e ospiti, l’attività del personale sanitario delle Asl, una campagna di formazione capillare rivolta ai territori e poi ovviamente l’effetto decisivo di una diffusa ed efficiente campagna vaccinale. La Toscana ha infatti deciso di partire proprio dalle Rsa la campagna di vaccinazione a inizio 2020, raggiungendo una copertura vaccinale pressoché totale, per poi mantenere questa priorità anche nelle somministrazioni delle terze dosi booster. Al tempo stesso, lungo tutto il periodo di emergenza sanitaria c’è stato l’impegno costante della Regione per limitare l’isolamento degli ospiti, per le stanze degli abbracci, per il graduale ripristino dei rapporti e delle visite dei familiari.

Compare listings

Confrontare
Bezzini Simone
  • Bezzini Simone