Com’è cambiata la responsabilità per le strutture sanitarie?

-

Lo stato dell’arte sulla responsabilità professionale medica e sanitaria:  presupposti, evoluzione normativa, giurisprudenziale ed applicazioni pratiche  a seguito della Legge Gelli-Bianco 

Sono ormai passati più di quattro anni da  quando la Legge Gelli Bianco (legge 8 marzo  2017, n. 24) ha introdotto nuove norme sulla  sicurezza delle cure e sulla responsabilità  professionale degli esercenti la professione  sanitaria.  L’intervento normativo è risultato perfettamente  in linea con il programma di azione  comunitaria in materia di salute finalizzato a  sostenere ed aggiungere valore alla politica  degli Stati membri nella tutela e promozione  della salute e della sicurezza umane, migliorando  la sanità pubblica.  Frutto di tale programma è il primo articolo  della citata Legge, in cui è espressamente  indicata la sicurezza delle cure come parte  costitutiva del diritto alla salute, diritto fondamentale  di ogni individuo oltre che un interesse  di tutta la collettività.  Viene, finalmente, messa in rilievo l’importanza  del valore nell’erogazione delle prestazioni  sanitarie come obiettivo prioritario della sanità  pubblica.  Lo Stato si impegna,  chiaramente, ad adoperarsi  per fare in  modo che i servizi  sanitari siano  sicuri e non arrechino  pregiudizio  ai pazienti,  prevedendo che,  laddove un paziente  sia eventualmente  danneggiato dall’attività  sanitaria, abbia diritto  ad ottenere il risarcimento per i  danni subiti. 

Compare listings

Confrontare
Forestieri Angelo
  • Forestieri Angelo