La rivista

La rivista Residenze Sanitarie si rivolge alle strutture non ospedaliere ad impronta sanitaria socio-assistenziale quali case di riposo, case di cura e RSA.
Il progetto editoriale mira ad offrire un valido aggiornamento al personale operante in queste strutture, infermieri, medici, fisioterapisti ed amministratori che potranno così essere costantemente informati circa le principali novità e scoperte di settore. Verranno infatti trattati diversi argomenti legati all’alimentazione, alla fisioterapia ed alla riabilitazione, verranno proposti i più recenti sistemi gestionali, le ultime novità su strumenti e attrezzature nonché utili approfondimenti in campo medicale.
  • Periodicità Bimestrale
  • Anno di fondazione 2015
  • Formato 216 x 270 mm
  • Uscite/anno 6
  • Tiratura/bimestre 6.000 copie
  • Direttore responsabile: Maria Giulia Mazzoni
  • Grafica e impaginazione: Giulia Pissagroia

COMITATO CONSULTIVO

  • Fulvio Basili, Direttore Generale del Gruppo Ecosafety – consulente tecnico dell’INAIL
  • Nevio Boscariol, Responsabile Economico Servizi e Gestionale UESG – ARIS
  • Maria Bosco, Medico Geriatra, Asl RmE
  • Gabriella Casu, Membro Consiglio Direttivo AITO
  • Gilberto Cherri, Referente nazionale GIS (gruppo di interesse specialistico) fisioterapia geriatrica
  • Francesco Della Gatta, Past President Associazione Italiana Terapisti
  • Occupazionali – AITO
  • Simonetta Del Signore, Membro Consiglio Direttivo AITO
  • Pietro A. Migliaccio Medico Nutrizionista, presidente della Società Italiana di Scienza dell’Alimentazione (S.I.S.A.)
  • Michele Senatore, Presidente AITO
  • Giovanni Sallemi, Direttore Generale Villa Bianca
  • Mauro Tavarnelli, Presidente AIFI

PROFILO DEI LETTORI

I principali lettori saranno quindi i direttori delle strutture, gli operatori socio-sanitari,
il personale medico-infermieristico e i fisioterapisti.

TEMI TRATTATI

I temi trattati saranno tutti legati
all’ottimizzazione del lavoro all’interno della struttura socio-assistenziale: alimentazione, riabilitazione, gestione
della struttura, attrezzature e strumenti tecnologici, senza trascurare aspetti legati
alla cura dei pazienti.