Le tecnologie assistive nel mondo della disabilità

Le tecnologie assistive nel mondo della disabilità

-

Premessa: il corpo e la tecnica Basta prestare un poco di attenzione al modo con cui conviviamo con la tecnica per scorgere, tra i suoi molteplici aspetti, una tendenza molto evidente del suo sviluppo. Questo testo è stato scritto battendo sulla tastiera di un PC, ma si sarebbe potuto usare un programma di dettatura vocale e sempre con un semplice comando vocale è possibile attivare numerosi dispositivi. Si pensi alla domotica, ma soprattutto a gesti ormai del tutto ovvi come attivare con la voce le funzioni dello smartphone e del PC. Tra poco non saremo più alla guida delle nostre auto impugnando il volante e premendo dei pedali ma ci trasformeremo in passeggeri che si limitano a impostare con la voce una meta e un percorso. Riflettiamo su questo cambiamento. La pressione delle dita, la forza delle nostre mani e delle nostre braccia vengono sostituite da qualcosa di più lieve anche se ancora materiale: le vibrazioni prodotte dalla nostra voce che vengono tradotte da dispositivi elettronici in comandi per dispositivi elettromeccanici. E il futuro sta diventando ancora più leggero per il nostro corpo perché la voce sta per essere sostituita dallo sguardo. Questo processo verso una sorta di immaterialità del rapporto con le cose che ci circondano nutre la nostra immaginazione facendoci vagheggiare scenari del futuro di segno diverso che cinema e narrativa prefigurano: una civiltà liberata da ogni fatica oppure un’umanità di individui fragili e del tutto dipendenti dalla tecnica.

Confronta gli annunci

Confrontare
Donatella Bonaiuti
  • Donatella Bonaiuti