Residenze Sanitarie News

La tecnologia per superare il distanziamento

Marzia Bonfanti , Elisabetta Garagiola , Emanuela Foglia , Daniele Bellavia , Emanuele Porazzi

Nell’ambito delle misure adottate dal Governo per il contenimento e la gestione dell’emergenza, che stiamo vivendo in queste settimane, c’è anche quella di incentivare il più possibile il lavoro agile, cosiddetto “smart working”: una modalità a cui molti dei datori di lavoro, purtroppo, non si erano mai approcciati prima. Invece oggi ne siamo immersi, destreggiandoci tra nuovi software per riunioni a distanza, e-mail e condivisione degli schermi, sperimentandone anche le criticità (in termini di infrastrutture e di connessioni multiple a internet), tipiche di soluzioni non testate in condizioni di “utilizzo a pieno regime”.

La riabilitazione e la gestione dei pazienti cronici possono divenire operazioni difficili in tempi di distanziamento sociale. Un aiuto, però, ci viene dalla tecnologia, con soluzioni di monitoraggio a distanza che garantiscono costante tracciabilità e la gestione contemporanea di più pazienti da remoto. Vediamone i dettagli in questo approfondimento

Si pensa che il telelavoro o smart working sia applicabile solo a certe tipologie di attività lavorative, tipicamente e soprattutto quelle così dette “da ufficio”… e se così non fosse? Utopico che si possa applicare un nuovo modello “smart” anche alla cura dei pazienti?


La versione integrale dell’articolo è riservata agli abbonati. Per continuare a leggere accedi oppure abbonati ora!

Cure appropriate per il paziente emofiliaco

In un grave momento di emergenza nazionale dovuta alla diffusione del coronavirus, la Federazione delle Associazioni Emofilici (FedEmo) lancia un appello: “I...

In Italia mancano (e mancheranno) medici

In Italia si laureano circa 10.000 medici laureati ogni anno, ma ad accoglierli ci sono soltanto 7.000 contratti nelle scuole di specialità....

Un supporto per la gestione dello stress

In una condizione di emergenza come quella in corso causata dall’epidemia di Coronavirus tutte le persone, di qualunque età, di ogni ceto...

L’Intelligenza Artificiale, una nuova ‘era’ dell’assistenza

Secondo la banca dati Ocse 2019 che conferma il dato del Rapporto Health at a Glance: Europe 2018, in Italia il numero...

MY NEWSROOM

RSA e innovazione tecnologica: verso nuovi modelli di assistenza

Il modello assistenziale in ambito sociosanitario sta vivendo una profonda trasformazione la cui evoluzione è stata ancor...

Parkinson e assistenza post Covid

“Quest’anno bisognerà considerare non solo ciò che dobbiamo ancora fare per garantire l’assistenza migliore ai nostri pazienti, spesso anche giovani, ma dovremo...

Business Intelligence: un UNICO strumento per conoscere la tua struttura sanitaria

In questi anni la sanità privata si è avvicinata sempre più alla tecnologia e al digitale per...

Controllare e gestire ferie e permessi

La gestione del personale ricopre per l’azienda un ruolo importante, specialmente se questa opera nel settore socio- sanitario. Il costo del lavoro...