Residenze Sanitarie News

Integrità e professionalità, i risultati di una survey

Avatar
Il gruppo del progetto EtiCare
Il gruppo che ha curato questo lavoro all’interno del progetto EtiCare è composto da: Michela Giannetti, Massimo Brunetti, Anna Rosa Accornero, Susanna Agostini, Alessia Cabrini, Cristina Comi, Maria Concetta Crupi, Lucia Intruglio, Giuseppe Marazia, Paola Pirocca, Cristina Rosetti, Michela Rossini, Arianna Sellari, Alessandro Beux. Per informazioni www.tsrm.org/eticare

La mancanza di integrità nel mondo della salute è un problema che porta a danni maggiori rispetto ad altri settori della società perché tocca le persone in momenti di bisogno e vulnerabilità. Gli interessi sono molti e gli episodi di corruzione mettono in luce quando l’interesse del cittadino viene accantonato a favore di interessi privati. Dietro il tema dell’integrità della salute, vi è una visione della stessa non solo come bene privato della singola persona, ma come bene comune a cui tutti siamo chiamati a dare il nostro contributo.

Un valore etico da legare, o forse sarebbe meglio dire radicare, alle professioni sanitarie. Quelli che vi proponiamo sono i risultati di un imponente lavoro di ricerca che ha interessato 6.781 operatori, di cui il 60% in ambito riabilitativo. Un progetto di eccezionale portata dal quale potremmo trarre interessanti spunti di riflessione. Entriamo nel merito

Si tratta di trasformare le asimmetrie informative e la mancanza di sufficiente conoscenza da problema in opportunità. Facendo quindi luce sulla complessità del sistema e mettendo al centro in modo concreto i cittadini. E nel fare questo l’etica e i valori giocano un ruolo di primo piano, essendo il punto da cui partire per riuscire a trasformarli da parole in azioni concrete in grado di guidare ogni giorno gli operatori del settore.


La versione integrale dell’articolo è riservata agli abbonati. Per continuare a leggere accedi oppure abbonati ora!

Cure appropriate per il paziente emofiliaco

In un grave momento di emergenza nazionale dovuta alla diffusione del coronavirus, la Federazione delle Associazioni Emofilici (FedEmo) lancia un appello: “I...

In Italia mancano (e mancheranno) medici

In Italia si laureano circa 10.000 medici laureati ogni anno, ma ad accoglierli ci sono soltanto 7.000 contratti nelle scuole di specialità....

Un supporto per la gestione dello stress

In una condizione di emergenza come quella in corso causata dall’epidemia di Coronavirus tutte le persone, di qualunque età, di ogni ceto...

L’Intelligenza Artificiale, una nuova ‘era’ dell’assistenza

Secondo la banca dati Ocse 2019 che conferma il dato del Rapporto Health at a Glance: Europe 2018, in Italia il numero...

MY NEWSROOM

RSA e innovazione tecnologica: verso nuovi modelli di assistenza

Il modello assistenziale in ambito sociosanitario sta vivendo una profonda trasformazione la cui evoluzione è stata ancor...

Parkinson e assistenza post Covid

“Quest’anno bisognerà considerare non solo ciò che dobbiamo ancora fare per garantire l’assistenza migliore ai nostri pazienti, spesso anche giovani, ma dovremo...

Business Intelligence: un UNICO strumento per conoscere la tua struttura sanitaria

In questi anni la sanità privata si è avvicinata sempre più alla tecnologia e al digitale per...

Controllare e gestire ferie e permessi

La gestione del personale ricopre per l’azienda un ruolo importante, specialmente se questa opera nel settore socio- sanitario. Il costo del lavoro...