Residenze Sanitarie News

Ansia e stress, non sottovalutare i segnali

David Lazzari
David Lazzari
presidente CNOP (Consiglio Nazionale ordine degli psicologi)

Per affrontare il disagio psicologico degli operatori sanitari, la Federazione Nazionale Ordini delle Professioni Infermieristiche (FNOPI) e il Consiglio Nazionale dell’Ordine degli Psicologi (CNOP) hanno promosso un’iniziativa congiunta. I rispettivi presidenti – Barbara Mangiacavalli (FNOPI) e David Lazzari (CNOP) – si sono rivolti al Ministro della Salute Speranza e alla Conferenza delle Regioni per chiedere che siano attivati in forma coordinata gli psicologi esistenti e arruolati quelli che servono per attivare azioni mirate per assicurare il sostegno psicologico agli operatori in trincea.

Il disagio psicologico, spesso inevitabile, cui sono sottoposti gli operatori delle strutture desta la preoccupazione del mondo degli psicologi che non esita a lanciare un chiaro allarme: occorre intervenire. In questa intervista rilasciataci da David Lazzari, presidente CNOP ci siamo fatti spiegare qual è la situazione e a cosa stiamo andando incontro

“In queste settimane le necessità di intervento legate alla pandemia hanno determinato situazioni e condizioni lavorative nella professione infermieristica tali da generare diffuse e significative condizioni di disagio psicologico. Legate non solo ai ritmi di lavoro ma anche a alla necessità di affrontare l’impatto emotivo e relazionale generato dalle condizioni peculiari di questa emergenza. Disagio psicologico in gran parte inevitabile ma certamente affrontabile e gestibile, non solo per salvaguardare la salute dei lavoratori ma anche per ridurre l’impatto negativo sulla performance lavorativa.


La versione integrale dell’articolo è riservata agli abbonati. Per continuare a leggere accedi oppure abbonati ora!

Cure appropriate per il paziente emofiliaco

In un grave momento di emergenza nazionale dovuta alla diffusione del coronavirus, la Federazione delle Associazioni Emofilici (FedEmo) lancia un appello: “I...

In Italia mancano (e mancheranno) medici

In Italia si laureano circa 10.000 medici laureati ogni anno, ma ad accoglierli ci sono soltanto 7.000 contratti nelle scuole di specialità....

Un supporto per la gestione dello stress

In una condizione di emergenza come quella in corso causata dall’epidemia di Coronavirus tutte le persone, di qualunque età, di ogni ceto...

L’Intelligenza Artificiale, una nuova ‘era’ dell’assistenza

Secondo la banca dati Ocse 2019 che conferma il dato del Rapporto Health at a Glance: Europe 2018, in Italia il numero...

MY NEWSROOM

RSA e innovazione tecnologica: verso nuovi modelli di assistenza

Il modello assistenziale in ambito sociosanitario sta vivendo una profonda trasformazione la cui evoluzione è stata ancor...

Parkinson e assistenza post Covid

“Quest’anno bisognerà considerare non solo ciò che dobbiamo ancora fare per garantire l’assistenza migliore ai nostri pazienti, spesso anche giovani, ma dovremo...

Business Intelligence: un UNICO strumento per conoscere la tua struttura sanitaria

In questi anni la sanità privata si è avvicinata sempre più alla tecnologia e al digitale per...

Controllare e gestire ferie e permessi

La gestione del personale ricopre per l’azienda un ruolo importante, specialmente se questa opera nel settore socio- sanitario. Il costo del lavoro...