Robotica al fianco della cura

Daniele Sancarlo , Enrico Annese

In cosa consiste il progetto Si-Robotics? Il progetto Social Robotics for Active and Healthy Ageing (Si-Robotics), cofinanziato dal MIUR nell’ambito del PON Ricerca e Innovazione, area Tecnologie per gli Ambienti di Vita, mira a progettare e sviluppare soluzioni innovative di robotica collaborativa, dotate di abilità avanzate per sostenere gli esseri umani nella fruizione di servizi assistenziali e sanitari ed esibire un comportamento “socialmente accettabile”. Che tipo di tecnologia utilizza?

L’IRCSS Casa Sollievo della Sofferenza e i ricercatori del team di Exprivia insieme in un interessante progetto,“Si-Robotics”, che prevede lo sviluppo di dispositivi robotici per l’assistenza e l’empowerment di anziani, disabili e soggetti fragili. Vediamo di cosa si tratta grazie a questa doppia intervista

Nel progetto viene perseguito un approccio radicalmente nuovo, che integra ICT & Robotics e nel quale la sensoristica, i dispositivi IoT, i robot sociali basati su Intelligenza Artificiale (AI), saranno combinati in piattaforme tecnologiche, fruibili anche tramite Cloud, e saranno armoniosamente integrati in un “agente cognitivo” in grado di anticipare i bisogni e fornire assistenza, monitoraggio e coaching. Caratteristica distintiva è la realizzazione di modelli avanzati di interazione uomo-macchina, concepiti per favorire una percezione positiva da parte delle persone anziane con l’obiettivo di motivare un invecchiamento attivo e una partecipazione responsabile delle persone alla propria cura. L’ambizione è inoltre di fornire e valutare nuovi processi di assistenza continua, indirizzando una serie di scenari di erogazione di servizi sanitari che coprono diversi livelli di intensità di assistenza, dall’ambito domestico e residenziale a quello ospedaliero.


La versione integrale dell’articolo è riservata agli abbonati. Per continuare a leggere accedi oppure abbonati ora!

Cure appropriate per il paziente emofiliaco

In un grave momento di emergenza nazionale dovuta alla diffusione del coronavirus, la Federazione delle Associazioni Emofilici (FedEmo) lancia un appello: “I...

In Italia mancano (e mancheranno) medici

In Italia si laureano circa 10.000 medici laureati ogni anno, ma ad accoglierli ci sono soltanto 7.000 contratti nelle scuole di specialità....

Un supporto per la gestione dello stress

In una condizione di emergenza come quella in corso causata dall’epidemia di Coronavirus tutte le persone, di qualunque età, di ogni ceto...

L’Intelligenza Artificiale, una nuova ‘era’ dell’assistenza

Secondo la banca dati Ocse 2019 che conferma il dato del Rapporto Health at a Glance: Europe 2018, in Italia il numero...

MY NEWSROOM

RSA e innovazione tecnologica: verso nuovi modelli di assistenza

Il modello assistenziale in ambito sociosanitario sta vivendo una profonda trasformazione la cui evoluzione è stata ancor...

Parkinson e assistenza post Covid

“Quest’anno bisognerà considerare non solo ciò che dobbiamo ancora fare per garantire l’assistenza migliore ai nostri pazienti, spesso anche giovani, ma dovremo...

Business Intelligence: un UNICO strumento per conoscere la tua struttura sanitaria

In questi anni la sanità privata si è avvicinata sempre più alla tecnologia e al digitale per...

Controllare e gestire ferie e permessi

La gestione del personale ricopre per l’azienda un ruolo importante, specialmente se questa opera nel settore socio- sanitario. Il costo del lavoro...