I progetti di Casa Tassoni

Roberta Rosa
Roberta Rosa
Fisioterapista presso la Casa di Riposo “Dott. Umberto e Alice Tassoni” di Cornedo Vicentino

È ormai nota in ambito assistenziale-riabilitativo l’utilità delle tecnologie assistive per mantenere o aumentare le capacità e l’autonomia delle persone con disabilità, aiutandole a compiere attività che altrimenti sarebbero impossibili o difficili. Altrettanto nota è l’utilità che rivestono tali tecnologie nel consentire al professionista o all’operatore sanitario di eseguire un’attività assistenziale o riabilitativa in condizioni di sicurezza e rendendo maggiormente efficace il proprio intervento. Il trasferimento passivo di un paziente ad esempio è un’operazione molto delicata e difficile, soprattutto quando riguarda la persona anziana “fragile” e spesso affetta da comorbilità importanti; molteplici sono infatti i fattori che entrano in gioco: la patologia e il peso dell’assistito, le sue capacità motorie residue e il suo grado di collaborazione, l’abilità tecnica dell’operatore, le caratteristiche dell’ambiente in cui avviene la movimentazione, ausili e tecnologie assistive a disposizione e la loro conoscenza da parte dell’operatore che li utilizza.

In questo approfondimento vi presentiamo l’esperienza di “Casa Tassoni” descrivendo come i sollevatori a binario possano rendere più efficace e sicura la movimentazione di una persona anziana bisognosa di assistenza. Seguiamo la nostra fisioterapista Roberta Rosa

L’esperienza di Casa Tassoni che ci descrive Roberta Rosa, fisioterapista, dimostra come possa una tecnologia assistiva rendere più sicura ed efficace l’operazione di movimentazione della persona anziana bisognosa di assistenza e di come possa al contempo migliorare alcune sfere della sua autonomia. Inoltre la stessa tecnologia assistiva risulta utile nel vicariare la difficoltà deambulatoria della persona anziana e diventa strumento di aiuto per il fisioterapista per guidare con maggiore efficacia il percorso riabilitativo di mantenimento o miglioramento delle capacità motorie residue. Quando un fisioterapista incontra un binario


La versione integrale dell’articolo è riservata agli abbonati. Per continuare a leggere accedi oppure abbonati ora!

Quando la tecnologia è intelligente

La start-up italiana TeiaCare ha annunciato di aver raccolto 1.1 milioni di euro di fondi con l’aiuto del network EIT Health per...

Il terapista occupazionale nel progetto riabilitativo

Per definizione la terapia occupazionale, definita anche ergoterapia, e in inglese occupational therapy, è una disciplina riabilitativa che utilizza la valutazione e...

Alzheimer e Parkinson, le potenzialità dell’A.I.

La malattia di Alzheimer rappresenta la più frequente patologia neurodegenerativa ed è responsabile del 60% delle demenze. La prevalenza della malattia aumenta...

Controllare e gestire ferie e permessi

La gestione del personale ricopre per l’azienda un ruolo importante, specialmente se questa opera nel settore socio- sanitario. Il costo del lavoro...

MY NEWSROOM

Controllare e gestire ferie e permessi

La gestione del personale ricopre per l’azienda un ruolo importante, specialmente se questa opera nel settore socio- sanitario. Il costo del lavoro...

Un’innovazione concentrata sul futuro dello scenario socio sanitario

Lo sguardo di CBA Group In Italia assistiamo a un grande fermento nel settore socio sanitario: la popolazione invecchia sempre più, contemporaneamente...

Protezione dati e privacy in RSA

In seguito alle nuove disposizioni europee in ambito di privacy, la Regione Lombardia abbandona i sistemi SOSIA WEB e CDI WEB, nati...

Non preoccuparti della comunicazione web!

Raggiungi i tuoi clienti ovunque con il tuo sito web!