Ernia al disco: cure e trattamenti

Riccardo Buscemi
Riccardo Buscemi
Esperto in Terapia del Dolore per la cura dell’ernia del disco

Una recente inchiesta denuncia un eccessivo ricorso alla chirurgia nel caso di trattamento di ernia del disco. Partiamo con una domanda introduttiva che definisca i termini della patologia: di cosa si tratta? L’ernia del disco colpisce il 10% della popolazione italiana, la maggiore incidenza si realizza tra i 30 e i 50 anni. Le regioni più frequentemente interessate sono il tratto cervicale e il tratto lombare. Il dolore da ernia discale cervicale si irradia agli arti superiori, mentre il dolore da ernia discale lombare si irradia agli arti inferiori.

Si tratta di una patologia che colpisce circa il 10% della popolazione e spesso è accompagnata da un forte dolore. Parliamo di ernia al disco e di come trattarla approfondendo un tipo di approccio non chirurgico e multidisciplinare che consente una rigenerazione discale

Il dolore può associarsi ad altre manifestazioni tra cui bruciore, deficit di deambulazione, deficit di sensibilità, blocco antalgico. La causa dell’ernia discale è la rottura dell’anulus fibroso discale con fuoriuscita del nucleo polposo e compressione della radice nervosa para-vertebrale. Le cause del dolore sono due: fattori meccanici ossia la compressione meccanica del nervo da parte del disco erniato e fattori infiammatori, legati al rilascio di citochine profogistiche periradicolari. Quali sono le possibili soluzioni terapeutiche ad oggi esistenti? Per la problematica legata all’ernia del disco oggi esistono diverse soluzioni. Soluzioni conservative ovvero mediche quali la fisiatria, la riabilitazione, l’ozonoterapia, la laser terapia e soluzioni più aggressive cioè chirurgiche. Alcune soluzioni chirurgiche vengono definite non invasive o minimamente invasive perché vengono effettuate a cielo coperto.

Ogni ernia è diversa, così come il paziente che ne soffre, le sue esigenze e le sue attività. Questa patologia non può quindi essere trattata con un approccio generalista che non tenga conto delle specifiche cause biomeccaniche e anatomiche che l’hanno provocata

Attraverso l’utilizzo di un ago tac-guidato si esegue un’aspirazione del disco erniato riducendo, senza effettuare un vero e proprio intervento chirurgico classico, la compressione della radice. Oppure si può fare un intervento chirurgico classico, quella che viene definita open surgery, in cui il chirurgo effettua una sezione, un’asportazione della quota del disco erniato alla successiva sutura. È necessario mirare fin dall’inizio alla soluzione del problema che ha causato il dolore onde evitare l’instaurarsi di ulteriori problematiche ben più gravi. In caso di patologie più gravi o ricorrenti sarà necessario un approccio terapeutico completo che punti a risolvere le cause scatenanti e a ristabilire l’equilibrio della biomeccanica vertebrale.


La versione integrale dell’articolo è riservata agli abbonati. Per continuare a leggere accedi oppure abbonati ora!

Articolo precedenteIl 2020 rinnova RS100
Articolo successivoProtezione dati e privacy in RSA

Quando la tecnologia è intelligente

La start-up italiana TeiaCare ha annunciato di aver raccolto 1.1 milioni di euro di fondi con l’aiuto del network EIT Health per...

Il terapista occupazionale nel progetto riabilitativo

Per definizione la terapia occupazionale, definita anche ergoterapia, e in inglese occupational therapy, è una disciplina riabilitativa che utilizza la valutazione e...

Alzheimer e Parkinson, le potenzialità dell’A.I.

La malattia di Alzheimer rappresenta la più frequente patologia neurodegenerativa ed è responsabile del 60% delle demenze. La prevalenza della malattia aumenta...

Controllare e gestire ferie e permessi

La gestione del personale ricopre per l’azienda un ruolo importante, specialmente se questa opera nel settore socio- sanitario. Il costo del lavoro...

MY NEWSROOM

Controllare e gestire ferie e permessi

La gestione del personale ricopre per l’azienda un ruolo importante, specialmente se questa opera nel settore socio- sanitario. Il costo del lavoro...

Un’innovazione concentrata sul futuro dello scenario socio sanitario

Lo sguardo di CBA Group In Italia assistiamo a un grande fermento nel settore socio sanitario: la popolazione invecchia sempre più, contemporaneamente...

Protezione dati e privacy in RSA

In seguito alle nuove disposizioni europee in ambito di privacy, la Regione Lombardia abbandona i sistemi SOSIA WEB e CDI WEB, nati...

Non preoccuparti della comunicazione web!

Raggiungi i tuoi clienti ovunque con il tuo sito web!