Express delivery and free returns within 21 days

SCOPRI LA CAMPAGNA ABBONAMENTI 2020

|

CONTATTACI ORA 06/66013885

Il dolore reumatologico nell’anziano

Avatar
Stefano Coaccioli
S.C. Clinica Medica - Reumatologia e terapia del dolore, Azienda Ospedaliera Santa Maria di Terni

Introduzione e note epidemiologiche La definizione del dolore, nei termini di una “sgradevole esperienza sensoriale ed emozionale, associata a un danno tessutale, attuale o potenziale, ovvero descritta in termini di tale danno (IASP, 1994)” sottolinea la partecipazione delle emozioni e dell’affettività all’esperienza dolorosa e suddivide in tre componenti l’esperienza del dolore: la sensoriale-discriminativa, quella affettivo-motivazionale e quella cognitivo-valutativa. È di tutta evidenza che il dolore sia in grado di peggiorare la qualità di vita del paziente – e del soggetto anziano, in particolare – in un ambito che tocca la sfera più intimamente profonda, personale e familiare.

Il dolore è purtoppo uno scomodo compagno di viaggio che impatta sulla quotidianità degli anziani. In questo approfondimento analizzeremo la questione grazie all’esperienza del dott. Coaccioli direttore della S.C. Clinica Medica dell’A.O. Santa Maria di Terni

Del dolore negli anziani se n’è parlato nel recente incontro “Science of Relief. Il dolore come V segno vitale: un paradigma ancora attuale?”, organizzato da Grunenthal Italia. La più estesa survey europea ha valutato l’estensione del dolore cronico in diversi Paesi, documentando una prevalenza generale del 19%, con un range compreso fra il 30% della Norvegia e l’11% della Spagna, mentre l’Italia si pone al terzo posto con una prevalenza totale pari al 26%, suddivisa fra dolore moderato, 13%, e dolore severo, 13%.


La versione integrale dell’articolo è riservata agli abbonati. Per continuare a leggere accedi oppure abbonati ora!

Non preoccuparti della comunicazione web!

Raggiungi i tuoi clienti ovunque con il tuo sito web!

“Viva!”: la settimana della rianimazione cardiopolmonare

Quando una persona è colpita da arresto cardiaco (AC) le sue possibilità di sopravvivenza dipendono da chi gli è accanto. L’assenza di...

Che giorno è oggi? Racconto di un’esperienza

Declinare i concetti di persona-ambiente-occupazioni in un Centro Servizi per anziani è oltremodo complesso, perché il fare dell’uno influisce in maniera continua,...

L’Ai e l’Alzheimer

È di questi giorni la notizia di una sperimentazione avviata dall’Istituto San Giovanni Di Dio Fatebenefratelli di Genzano (Roma) e Igea PharmaNV,...

MY NEWSROOM

Non preoccuparti della comunicazione web!

Raggiungi i tuoi clienti ovunque con il tuo sito web!

Monitorare i costi del personale

Quando si parla di controllo di gestione e costi aziendali, è fondamentale il focus sugli indicatori delle risorse umane, in particolar modo...

Le soluzioni Arjo per la demenza, basare le cure sul corpo e sulla mente

Oggi quasi 50 milioni di persone in tutto il mondo soffrono di demenza e questa condizione colpisce...

Alimentazione e incontinenza

L’alimentazione incide notevolmente sull’incontinenza urinaria. Diversi studi hanno dimostrato come il miglioramento delle abitudini alimentari e la riduzione del peso corporeo riducano...