Sanità pubblica e privata nel SSN

Circa 35 milioni di italiani nel 2016 hanno affrontato spese sanitarie di tasca propria, pari a una spesa di 35 miliardi di euro. Gli anziani, sempre più numerosi, spendono una volta e mezzo in più rispetto alla popolazione generale e più del doppio (gli anziani non autosufficienti) in tema di out of pocket. Circa 13 milioni di italiani hanno difficoltà a far fronte alla spesa sanitaria, 7,8 milioni hanno usato tutti i risparmi per fronte alle spese sanitarie rispetto a 2 milioni di persone che aumentano la categoria della nuova povertà. La spesa sanitaria privata nel 2017 si è attestata su circa 35 miliardi e solo 5 miliardi sono stati intermediati da forme sanitarie integrative (12 milioni italiani – il 19% – fanno ricorso alla ‘spesa intermediata’ di cui il 55% sono dipendenti e il 14% autonomi) e tale settore gestisce circa 5 milioni della spesa (2%). In Regione Piemonte la sanità privata accreditata vale il 6%, percentuale ben inferiore a quella di altre Regioni del Nord.

‘Focus’ su partnership pubblico-privato tra esperti, cittadini e operatori sanitari. Un evento organizzato recentemente ha posto l’accento su alcuni aspetti estremamaente interessanti dai quali traiamo preziosi spunti di riflessione. Vediamo quali

La spesa complessiva per il privato accreditato è di 650 milioni su un bilancio complessivo di 8 miliardi e 300 milioni di euro. La tenuta del servizio sanitario nazionale è una delle sfide più difficili e più impegnative che le future forze di governo dovranno affrontare.


La versione integrale dell’articolo è riservata agli abbonati. Per continuare a leggere accedi oppure abbonati ora!