Express delivery and free returns within 21 days

SCOPRI LA CAMPAGNA ABBONAMENTI 2020

|

CONTATTACI ORA 06/66013885

Quando l’approccio non farmacologico può essere un aiuto

I dati statistici confermano: l’Italia è il paese “più vecchio” d’Europa. Infatti, nel Belpaese, il 21,4% della popolazione è ultrasessantacinquenne, contro la media dell’UE dove gli over 65 sono pari al 18,5%. Non solo: sempre in Italia, ben il 6,5% di questi è ultraottantenne, contro il 5,1% dell’Unione. Dati che fanno da scenario a un’ulteriore casistica: secondo il rapporto Osmed-AIFA, Agenzia del Farmaco, la spesa in medicinali per chi ha più di 64 anni e, in particolare, per gli anziani la cui fascia d’età va dai 75 agli 84 anni dimostra che i senior sono esposti a un alto carico farmacologico: infatti, il 55% dei soggetti assume quotidianamente tra i 5 e i 9 farmaci, mentre il 14% ne assume 10 o più.

La cronicizzazione di molte malattie e l’innalzamento dell’età media espongono fasce sempre più ampie di popolazione a un elevato uso di farmaci. In questo approfondimento entriamo nel merito di come le terapie non farmacologiche possono essere una preziosa risorsa

Una condizione, questa, chiamata politerapia, in continua crescita: sempre secondo l’indagine condotta dal Geriatrics Working Group dell’AIFA, l’11% della popolazione anziana – ovvero quasi 1,3 milioni di persone in Italia – assume più di 10 farmaci al giorno, dando origine a conseguenti situazioni pericolose indotte da un alto rischio di errore, come l’interazione tra i farmaci.


La versione integrale dell’articolo è riservata agli abbonati. Per continuare a leggere accedi oppure abbonati ora!

Articolo precedenteOcchi puntati sul Veneto
Articolo successivoProgetto CloudIA

Non preoccuparti della comunicazione web!

Raggiungi i tuoi clienti ovunque con il tuo sito web!

“Viva!”: la settimana della rianimazione cardiopolmonare

Quando una persona è colpita da arresto cardiaco (AC) le sue possibilità di sopravvivenza dipendono da chi gli è accanto. L’assenza di...

Che giorno è oggi? Racconto di un’esperienza

Declinare i concetti di persona-ambiente-occupazioni in un Centro Servizi per anziani è oltremodo complesso, perché il fare dell’uno influisce in maniera continua,...

L’Ai e l’Alzheimer

È di questi giorni la notizia di una sperimentazione avviata dall’Istituto San Giovanni Di Dio Fatebenefratelli di Genzano (Roma) e Igea PharmaNV,...

MY NEWSROOM

Non preoccuparti della comunicazione web!

Raggiungi i tuoi clienti ovunque con il tuo sito web!

Monitorare i costi del personale

Quando si parla di controllo di gestione e costi aziendali, è fondamentale il focus sugli indicatori delle risorse umane, in particolar modo...

Le soluzioni Arjo per la demenza, basare le cure sul corpo e sulla mente

Oggi quasi 50 milioni di persone in tutto il mondo soffrono di demenza e questa condizione colpisce...

Alimentazione e incontinenza

L’alimentazione incide notevolmente sull’incontinenza urinaria. Diversi studi hanno dimostrato come il miglioramento delle abitudini alimentari e la riduzione del peso corporeo riducano...