Express delivery and free returns within 21 days

SCOPRI LA CAMPAGNA ABBONAMENTI 2020

|

CONTATTACI ORA 06/66013885

Linee guida per la prevenzione delle cadute

Avatar
Gabriella Casu
Ufficio di presidenza AITO, terapista occupazionale Istituto di Riabilitazione Santa Maria Bambina di Oristano

L’Organizzazione Mondiale della Sanità, nel 2012, che ha prodotto il documento “Strategia e piano d’azione per l’invecchiamento sano in Europa, 2012-2020”1, delinea una proposta per l’invecchiamento in Europa (2012-2020). Si tratta della prima strategia europea che riunisce gli elementi relativi all’invecchiamento del programma di lavoro dell’Ufficio Regionale Europeo dell’OMS in un insieme coerente, presentandoli sotto forma di quattro aree strategiche d’azione e cinque interventi prioritari, oltre a tre interventi di supporto. Il piano d’azione è concepito come una guida per gli Stati Membri, che presentano livelli di reddito diversi, si trovano a differenti stadi dello sviluppo di politiche mirate all’invecchiamento o sono in fase di transizione demografica.

Prevenire le cadute, nei soggetti anziani, assume un’importanza duplice: infatti, oltre a evitare le conseguenze del trauma fisico, scongiura l’innescarsi di un effetto “paura” che nella maggior parte dei casi provoca una spirale discendente di ridotta mobilità. Analizziamo la questione grazie alla dott.ssa Gabriella Casu

L’intervento prioritario è la prevenzione delle cadute, la cui finalità è la riduzione del carico di malattie e disabilità dovuto a cadute accidentali tra le persone anziane. Anche una singola caduta può provocare la paura di cadere e iniziare una spirale discendente di ridotta mobilità, che porta alla perdita di funzione e al maggior rischio di cadute.


La versione integrale dell’articolo è riservata agli abbonati. Per continuare a leggere accedi oppure abbonati ora!

Non preoccuparti della comunicazione web!

Raggiungi i tuoi clienti ovunque con il tuo sito web!

“Viva!”: la settimana della rianimazione cardiopolmonare

Quando una persona è colpita da arresto cardiaco (AC) le sue possibilità di sopravvivenza dipendono da chi gli è accanto. L’assenza di...

Che giorno è oggi? Racconto di un’esperienza

Declinare i concetti di persona-ambiente-occupazioni in un Centro Servizi per anziani è oltremodo complesso, perché il fare dell’uno influisce in maniera continua,...

L’Ai e l’Alzheimer

È di questi giorni la notizia di una sperimentazione avviata dall’Istituto San Giovanni Di Dio Fatebenefratelli di Genzano (Roma) e Igea PharmaNV,...

MY NEWSROOM

Non preoccuparti della comunicazione web!

Raggiungi i tuoi clienti ovunque con il tuo sito web!

Monitorare i costi del personale

Quando si parla di controllo di gestione e costi aziendali, è fondamentale il focus sugli indicatori delle risorse umane, in particolar modo...

Le soluzioni Arjo per la demenza, basare le cure sul corpo e sulla mente

Oggi quasi 50 milioni di persone in tutto il mondo soffrono di demenza e questa condizione colpisce...

Alimentazione e incontinenza

L’alimentazione incide notevolmente sull’incontinenza urinaria. Diversi studi hanno dimostrato come il miglioramento delle abitudini alimentari e la riduzione del peso corporeo riducano...