Express delivery and free returns within 21 days

SCOPRI LA CAMPAGNA ABBONAMENTI 2020

|

CONTATTACI ORA 06/66013885

Galliera, un approccio multidimensionale

Alberto Pilotto
Alberto Pilotto
Direttore Dipartimento Cure Geriatriche, Ortogeriatria e Riabilitazione Area delle Fragilità E.O. Ospedali Galliera

Considerato il trend demografico, quanto è importante attuare strategie al fine di aumentare l’efficacia nella gestione di malattie croniche nell’anziano? È importantissimo. Il trend demografico di invecchiamento della popolazione nel nostro paese è ben noto. Per dare un’idea, l’indice di invecchiamento, cioè il rapporto fra i soggetti che hanno più di 65 anni e i bambini e ragazzi fino a 14 anni, in Europa è 128, in Italia è 170, mentre in Liguria è 252, quindi molto superiore alla media nazionale e praticamente il doppio della media europea. In termini percentuali, mentre in Europa, in media, il 19% della popolazione è costituita da anziani, in Italia tale percentuale sale al 22% e in Liguria il 28% dei residenti è ultra 65enne. Ciò comporta che la Regione Liguria e la città di Genova, in particolare, costituiscono un modello demografico, nel senso che la situazione che abbiamo oggi in Liguria rappresenta quello che verosimilmente si potrà vedere fra 10-20 anni in altre città e aree metropolitane italiane ed europee. Ecco che allora adottare strategie che possano prolungare il numero di anni attivi e in salute è fondamentale per fare una vera promozione contro le disabilità e la fragilità dell’anziano.

È essenziale rapportarsi all’anziano in modo individuale e identificare gli elementi per favorire anni attivi e in salute, garantendo ove possibile il mantenimento delle capacità residuali. Questo il fulcro dell’intervista al dott. Pilotto, direttore del Dipartimento Cure Geriatriche, OrtoGeriatria e Riabilitazione dell’E.O. Ospedali Galliera

L’Ente Ospedaliero Galliera è, quindi, un osservatorio “privilegiato” sulla popolazione anziana ligure che grazie alla ricerca e all’approccio multidimensionale si è elevato a “modello” organizzativo e di gestione; ce ne può parlare? Abbiamo fatto una serie di studi negli ultimi anni sulle caratteristiche della popolazione residente a Genova e in Liguria. È emerso che circa il 55% delle persone anziane residenti nell’area metropolitana di Genova può considerarsi “fit”, cioè attivo e in buona salute. L’altro 45% è pre-fragile, cioè a rischio di fragilità (circa il 35%), mentre una quota del 15% dei soggetti anziani è decisamente fragile o disabile. Le cause associate alla condizione di fragilità sono legate principalmente a quattro dimensioni. La prima dimensione è quella dell’attività fisica: i soggetti che svolgono regolarmente attività fisica riescono a prevenire la disabilità e la fragilità.


La versione integrale dell’articolo è riservata agli abbonati. Per continuare a leggere accedi oppure abbonati ora!

Non preoccuparti della comunicazione web!

Raggiungi i tuoi clienti ovunque con il tuo sito web!

“Viva!”: la settimana della rianimazione cardiopolmonare

Quando una persona è colpita da arresto cardiaco (AC) le sue possibilità di sopravvivenza dipendono da chi gli è accanto. L’assenza di...

Che giorno è oggi? Racconto di un’esperienza

Declinare i concetti di persona-ambiente-occupazioni in un Centro Servizi per anziani è oltremodo complesso, perché il fare dell’uno influisce in maniera continua,...

L’Ai e l’Alzheimer

È di questi giorni la notizia di una sperimentazione avviata dall’Istituto San Giovanni Di Dio Fatebenefratelli di Genzano (Roma) e Igea PharmaNV,...

MY NEWSROOM

Non preoccuparti della comunicazione web!

Raggiungi i tuoi clienti ovunque con il tuo sito web!

Monitorare i costi del personale

Quando si parla di controllo di gestione e costi aziendali, è fondamentale il focus sugli indicatori delle risorse umane, in particolar modo...

Le soluzioni Arjo per la demenza, basare le cure sul corpo e sulla mente

Oggi quasi 50 milioni di persone in tutto il mondo soffrono di demenza e questa condizione colpisce...

Alimentazione e incontinenza

L’alimentazione incide notevolmente sull’incontinenza urinaria. Diversi studi hanno dimostrato come il miglioramento delle abitudini alimentari e la riduzione del peso corporeo riducano...