Terapia occupazionale e orticoltura in RSA

Nell’ambito del trattamento delle demenze i benefici fruiti dal malato attraverso terapie definite “psicosociali” o “non farmacologiche” sono costantemente oggetto di studio e di ricerca perche e ormai indiscutibile quanto sia riduttivo il solo approccio farmacologico e quanto sia efficace, come evidenzia la letteratura scientifica recente, affiancarlo con interventi psicosociali e ambientali che mirino a reindirizzare i fattori di stress creando ambienti tranquilli e fornendo stimoli adeguati al livello di demenza.

Qual è l’impatto che una terapia psicosociale come l’ortoterapia produce nella stimolazione cognitiva, emozionale, sensoriale e motoria dell’anziano? In questo approfondimento vi offriamo il punto di vista e l’esperienza dei professionisti del Pio Albergo Trivulzio

Le persone affette da demenza presentano, infatti, una progressione piu o meno rapida dei deficit cognitivi, della difficolta motoria e del danno funzionale a cui inevitabilmente si associano, nelle fasi avanzate della malattia, sintomi comportamentali e psichici quali wandering, irritabilita, ansia, affaccendamento, apatia o scarsa iniziativa.


La versione integrale dell’articolo è riservata agli abbonati. Per continuare a leggere accedi oppure abbonati ora!