Ortoterapia per una mente in forma

Nel passato i benefici dell’ortoterapia in ambito psicologico ed emotivo, fisico, sociale e cognitivo sono stati ampiamente dimostrati in vari Paesi. Gli USA e l’Inghilterra sono stati i primi a studiare e applicare l’ortoterapia come metodo di riabilitazione ad ampio spettro e oggi e riconosciuta come una valida modalita terapeutica.

Può l’ortoterapia prevenire le demenze e il decadimento cognitivo? Dedicato agli ultra 65enni, il progetto “A.C.T. inMens: Garden Therapy per una mente attiva” si concentra nel cercare risposta a questa domanda, ottenendo peraltro risultati incoraggianti. Vediamo quali attraverso l’analisi della dott.ssa Stefania Sarasiti

Vista la sua efficacia, l’ortoterapia si e diffusa anche in altri paesi e oggigiorno anche in Italia ci sono tanti centri che propongono attivita strutturate in orti e giardini, valutando e dimostrando i risultati positivi. Puo l’ortoterapia essere usata anche come stimolazione cognitiva per la prevenzione delle demenze e del decadimento delle facolta mentali? Questo e stato il quesito alla base del progetto “A.C.T. inMENS:


La versione integrale dell’articolo è riservata agli abbonati. Per continuare a leggere accedi oppure abbonati ora!