La potenza delle idee

Le migliori idee, si sa, nascono dal confronto, specialmente (aggiungiamo noi) se le parti coinvolte nella discussione rappresentano realta apparentemente molto distanti tra di loro pronte a rimboccarsi le maniche per un fine comune.

Ho scelto di aprire il mio editoriale con questa massima, vagamente lapalissiana e spero che di questo vogliate perdonarmi, per apporre una vistosa sottolineatura a un fattore a mio avviso determinante: il confronto, il dialogo e la discussione sono i punti cardine irrinunciabili per qualunque proposito di cambiamento.

Senza di essi ogni tentativo, per quanto virtuoso, e destinato a rimanere nella migliore delle ipotesi un mero esercizio di stile. Bello forse, ma ben lontano da quel crisma di ‘utilita’ che e invece fondamentale quando parliamo di cambiamenti che interessano il comparto salute. Tengo a esplicitare questo mio pensiero, credo condiviso con la maggior parte di voi, perche mi piace salutare cosi un incontro che avra luogo il 12 dicembre prossimo presso la sede nazionale di ARIS e nel corso del quale si ragionera ad ampio raggio di digitalizzazione della sanita.

Protagonisti dei lavori di Roma saranno l’Associazione Religiosa Degli Istituti Socio-sanitari e la HIMSS Italian Community, una delle piu importanti organizzazioni mondiali nel campo della digitalizzazione, che insieme, seduti allo stesso tavolo, rifletteranno sulle tante necessita del nostro sistema-salute e sul come sia concretamente possibile rispondervi al meglio. Dalle parole ai fatti.

Lo scopo dell’incontro e quindi quello di scandagliare, e laddove possibile finalizzare, tutti i possibili punti di convergenza legati a tematiche cruciali, quali ad esempio la gestione digitale della continuita di cura o della sicurezza, senza trascurare di discutere, e ci piace sottolinearlo, di un tema chiave come quello di un’adeguata formazione delle competenze. Volendo poi allargare ancora il punto di vista sulla faccenda potremmo facilmente desumere che l’obiettivo che HIMSS e ARIS si propongono di perseguire con questo incontro e quello di incoraggiare una collaborazione costante tra chi opera nell’ambito della Sanita, con il comune intento di migliorarla attraverso la leva dell’innovazione digitale. Un proposito che noi della rivista non possiamo che sposare nella sua totalita.

E infatti a nostro avviso fondamentale, e lo abbiamo ribadito piu volte, promuovere il lavoro sinergico di tutti gli operatori della Sanita, in particolare quelli che lavorano nel complesso mondo dell’assistenza. Pertanto, un buon lavoro a loro e a tutti noi.

Buona lettura.