Alzheimer: la ricerca frena, ma non si ferma

Loredana Locusta
Loredana Locusta
Psicologa area Neuropsicologica Villaggio Amico - Gerenzano (Va)

Una comunicazione in grado di far tremare ricercatori, scienziati, medici e, soprattutto, le famiglie dei malati di Alzheimer. E quella che ha dato qualche tempo fa il Wall Street Journal, annunciando che la Pfizer, una tra le case farmaceutiche ad aver investito maggiormente nel trovare una cura per l’Alzheimer, avrebbe deciso di abbandonare la ricerca su quei farmaci che potrebbero rivelarsi utili per combattere la malattia.

Una notizia apparsa sul Wall Street Journal scatena un acceso dibattito sul futuro della lotta all’Alzheimer. Di fronte all’annuncio di una nota casa farmaceutica (che sospenderà alcune delle sue ricerche sul tema) vi è la ferma convinzione della necessità di perseverare nello studio della malattia alla ricerca di una cura

La decisione appare per molti versi difficilmente comprensibile, se si pensa che l’Alzheimer e considerata una delle emergenze del futuro. Nel mondo ne sono colpite 47 milioni di persone e la cifra e destinata a salire vertiginosamente: si prevede un numero di 131 milioni di malati entro il 2050.


La versione integrale dell’articolo è riservata agli abbonati. Per continuare a leggere accedi oppure abbonati ora!

Integrità e professionalità, i risultati di una survey

La mancanza di integrità nel mondo della salute è un problema che porta a danni maggiori rispetto ad altri settori della società...

La tecnologia per superare il distanziamento

Nell’ambito delle misure adottate dal Governo per il contenimento e la gestione dell’emergenza, che stiamo vivendo in queste settimane, c’è anche quella...

Scompenso cardiaco, non trascuriamo le priorità

L’innovazione tecnologica, abbinata al progredire della conoscenza scientifica in campo medico, ha portato a una migliorata capacità di trattamento degli stati acuti...

Occhi puntati sulle RSA

Qual è il ruolo delle RSA in questa emergenza Covid-19? L’evolversi della situazione epidemiologica da COVID-19, in queste settimane ha drammaticamente messo...

MY NEWSROOM

Controllare e gestire ferie e permessi

La gestione del personale ricopre per l’azienda un ruolo importante, specialmente se questa opera nel settore socio- sanitario. Il costo del lavoro...

Un’innovazione concentrata sul futuro dello scenario socio sanitario

Lo sguardo di CBA Group In Italia assistiamo a un grande fermento nel settore socio sanitario: la popolazione invecchia sempre più, contemporaneamente...

Protezione dati e privacy in RSA

In seguito alle nuove disposizioni europee in ambito di privacy, la Regione Lombardia abbandona i sistemi SOSIA WEB e CDI WEB, nati...

Non preoccuparti della comunicazione web!

Raggiungi i tuoi clienti ovunque con il tuo sito web!