Il Metodo Montessori incontra l’Alzheimer

Vincenzo Pedone
Vincenzo Pedone
Direttore sanitario Consorzio Colibrì e coordinatore giornata formativa

La demenza è una malattia desolata, vuota e arida come il deserto. È un ladro di cuore e di memorie. Jean Etienne Dominique Esquirol diceva che “Il demente è un ricco divenuto povero” facendo riferimento alla perdita di cellule cerebrali e pertanto ad un progressivo declino delle facoltà mentali. La compromissione della memoria e del pensiero interferiscono negativamente con le personali attività quotidiane.

Il Metodo Montessori applicato alle persone affette da demenza. Seguiamo il dott. Vincenzo Pedone, direttore sanitario del Consorzio Colibrì, in questa analisi che riporta le principali conclusioni di un interessante convegno. Vediamo cosa è emerso

Infatti il deficit mnemonico interessa la registrazione, l’immagazzinamento e il richiamo delle nuove informazioni. La demenza più nota ed anche più diffusa è l’Alzheimer mentre l’approccio per combatterla, al centro della riflessione di questo articolo, fa capo al Metodo Montessori.


La versione integrale dell’articolo è riservata agli abbonati. Per continuare a leggere accedi oppure abbonati ora!

Cure appropriate per il paziente emofiliaco

In un grave momento di emergenza nazionale dovuta alla diffusione del coronavirus, la Federazione delle Associazioni Emofilici (FedEmo) lancia un appello: “I...

In Italia mancano (e mancheranno) medici

In Italia si laureano circa 10.000 medici laureati ogni anno, ma ad accoglierli ci sono soltanto 7.000 contratti nelle scuole di specialità....

Un supporto per la gestione dello stress

In una condizione di emergenza come quella in corso causata dall’epidemia di Coronavirus tutte le persone, di qualunque età, di ogni ceto...

L’Intelligenza Artificiale, una nuova ‘era’ dell’assistenza

Secondo la banca dati Ocse 2019 che conferma il dato del Rapporto Health at a Glance: Europe 2018, in Italia il numero...

MY NEWSROOM

RSA e innovazione tecnologica: verso nuovi modelli di assistenza

Il modello assistenziale in ambito sociosanitario sta vivendo una profonda trasformazione la cui evoluzione è stata ancor...

Parkinson e assistenza post Covid

“Quest’anno bisognerà considerare non solo ciò che dobbiamo ancora fare per garantire l’assistenza migliore ai nostri pazienti, spesso anche giovani, ma dovremo...

Business Intelligence: un UNICO strumento per conoscere la tua struttura sanitaria

In questi anni la sanità privata si è avvicinata sempre più alla tecnologia e al digitale per...

Controllare e gestire ferie e permessi

La gestione del personale ricopre per l’azienda un ruolo importante, specialmente se questa opera nel settore socio- sanitario. Il costo del lavoro...