Come affrontare l’inverno

Così come nei mesi più caldi, anche nella stagione fredda è bene porre delle attenzioni supplementari alla salute dell’anziano. In particolare risulta fondamentale con il malato di Alzheimer, riflettendo su quanto e come il cambiamento climatico può influire sul suo benessere psico-fisico. Il freddo invernale ha almeno tre conseguenze sull’anziano: l’aumento della pressione arteriosa, l’aumento delle malattie respiratorie, l’aumento delle cadute.

Al freddo caratteristico della stagione invernale si dovrebbe prestare molta attenzione soprattutto se abbiamo a che fare con un anziano malato di Alzheimer. La dott.ssa Loredana Locusta, responsabile del Nucleo Alzheimer di Villaggio Amico, ci propone alcuni semplici consigli per prevenire i disagi, nonché i piccoli, grandi, incidenti quotidiani

Per chi soffre di Alzheimer, così come per il caregiver, la persona che se ne prende cura, l’inverno non è quindi solo la stagione delle spensierate feste in famiglia, delle settimane bianche e delle giornate corte. Ecco allora qualche semplice suggerimento per affrontare il freddo invernale:


La versione integrale dell’articolo è riservata agli abbonati. Per continuare a leggere accedi oppure abbonati ora!